Guardando il tuo Altro Significativo

Note da Neale

Negli scorsi mesi stavamo guardando l’Esperienza Sacra in relazione a te stesso. Ora guardiamo l’Esperienza Sacra in relazione al tuo altro significativo (una persona significativa per te).

Tutti hanno un altro significativo – a prescindere dal fatto che siano in una relazione intima, romantica o meno. Naturalmente, il termine “altro signficativo” non si riferisce unicamente ad una persona con cui dormi. Si riferisce a qualsiasi essere con il quale condividi la maggior parte della tua vita. Potrebbe essere una sorella o un fratello, un genitore, un bambino, un amico intimo.

Mentre discutevamo dell’Esperienza Sacra e te stesso, avevo detto: “Sempre, con le tue scelte, stai dando risposta ad una sola domanda: Chi sono io? Ogni atto è un atto di auto-definizione. Quando abbracci totalmente le implicazioni di questa frase, inizi il processo dell’Esperienza Sacra con te Stesso.”

Ora sto per dire la stessa cosa, soltanto che si riferisce al tuo altro significativo.

Sempre, con le tue scelte, stai dando risposta ad un’unica domanda: Chi è questo altro? Ogni atto che coinvolge un altro è un atto di definizione dell’altro. Quando abbracci totalmente le implicazioni di quella frase, inizi il processo dell’Esperienza Sacra con il tuo altro significativo.

Ognuno è chi tu dici che sia. Se dici che è il tuo amico migliore, lo è. Se dici che è il tuo nemico, lo è. Se dici che è il tuo compagno più fidato, lo è. Ciò perché tu sei colui che sta decidendo.

Altre persone tendono a comparire nelle nostre vite esattamente come noi pensiamo che lo faranno. Anche se non lo fanno nel loro mondo, nel nostro mondo lo fanno. Questo è un altro modo per dire che se hai un pensiero preciso riguardo a qualcuno, quasi non importa ciò che fanno. Continuerai a pensarli nello stesso modo.

Hai mai notato come due persone possano avere esperienze quasi diametralmente opposte riguardo ad una terza persona? Una persona dice che la terza persona é meravigliosa, mentre l’altra dice che la terza persona è orribile. Tutte e due hanno ragione, in quanto entrambe hanno creato la propria esperienza di quella terza persona nella propria realtà.

Non importa cìò che la terza persona fa. Infatti, quella terza persona può fare esattamente la stessa cosa a tutte e due, e una delle due penserà che sia meravigliosa mentre la seconda penserà che sia orribile. Ho visto accadere proprio questo !

Una volta ho visto una persona fare un’offerta di $ 10,000 ad un’asta locale caritatevole, e due persone che conosco l’hanno percepito in modi totalmente diversi. La prima ha pensato che fosse meraviglioso ed incredibilmente generoso; un gesto tipico di un uomo molto gentile e di cuore. La seconda ha pensato che fosse da cafone ed incredibilmente altezzoso; un tipico gesto “sopra le righe” da parte di un maniaco egocentrico avido di potere e di attenzione.

È sempre sembrato che l’Esperienza Sacra abbia a che fare col vedere l’Altro nella luce più elevata possibile, con le intenzioni più elevate possibili – e anche se sta facendo un “errore”, o si sta comportando “male” secondo noi, che lo consideriamo con compassione e perdono e amore.

E continueremo a vedere questo argomento la settimana prossima procedendo nella nostra esplorazione dell’Esperienza Sacra.

Abbracci e amore, Neale

P.S.: i pensieri qui sopra sono tratti da The Holy Experience, un libro completo (in inglese) che potete scaricare gratis da www.nealedonaldwalsch.com. Cliccate semplicemente sull’icona Free Resources (risorse gratuite).

Domanda & Risposta

Regala ciò che pensi di non avere!

Ciao Neale. Sono così grato per ciò che ho imparato dai tuoi libri. Una cosa che sto cercando di riconciliare è: AMO il concetto/realtà di “Ce n’è ancora di più nel luogo da cui proviene”, e riesco a vedere come funziona in così tante aree della nostra vita. Ma il mio problema è che in questo momento siamo in ristrettezze economiche, quindi come posso trovare il corretto equilibrio tra la mentalità di “ce n’è ancora di più nel luogo da cui proviene” e il senso pratico che dice il mio bilancio… in particolar modo riguardo alle decime? (La decima è un tributo di un “decimo” del reddito, che è esistito fin dall’antichità– n.d.t.)

Neale risponde

Caro amico, non mancare mai di fare donazioni all’Universo. Dona ad un amico che ha bisogno, ad un parente in difficoltà, ad un’organizzazione che cerca di fare del bene, o alla fonte della tua ispirazione spirituale. Fare donazioni è un atto che non vuole produrre l’esperienza dell’abbondanza, ma vuole annunciarla.

Se senti che non riesci proprio a versare il 10%, allora dai il 5%. Se vedi che non puoi dare neanche il 5%, allora dai l’1%. Ma REGALA UN PO’ DEL TUO DENARO OGNI MESE. Ma non farlo nella speranza di creare abbondanza – perché non la creerai. Fallo nella consapevolezza di ESSERE già ricco. Fai in modo che tutte le azioni nella tua vita dicano ciò che è vero, non ciò che speri sarà vero.

Te lo prometto, se in questo mese regalerai l’1% del tuo denaro, o anche solo la metà dell’uno percento, non ti mancherà. Ecco quanto denaro hai! Non ti mancherà. E… infine il tuo flusso di soldi aumenterà. L’universo non ha altra scelta. Non è questione se l’Universo oggi sia di “buon umore”… o se voglia farti avere una bella esperienza. L’Universo non ha altra scelta in questa faccenda, poiché riceve “direttive” da te. Ciò in cui credi, lui lo produce.

Ciò che metti in circolazione ti ritorna. Se non ci credi, ovviamente, non lo farà. Poiché “Ciò in cui credi, verrà fatto a te”.

Quindi regala del denaro questa settimana, nella consapevolezza di avere “più che abbastanza”. Nel momento in cui lo farai, vedrai che questo è vero.

Abbracci e Amore,

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.