Lettere a Neale

Come aiutare gli adolescenti che sono ‘alla deriva’?

Caro Neale… Come posso aiutare spiritualmente la mia inquieta nipote adolescente? Stiamo avendo un bel problema, essendo lei coinvolta in un culto potenzialmente dannoso. Sono una tua devota lettrice e amo tutto ciò che scrivi e conosco nel mio cuore e nella mia anima la verità di cui scrivi. Voglio usarla per mostrarle come ritrovare se stessa. E’ in tutti noi, e ho bisogno di più indicazioni. Le cure mediche non hanno funzionato. E’ la sua anima. Per favore aiutami. Grazie.

Dawn

Neale Risponde

Cara Dawn… Grazie per avermi scritto. La tua nipote adolescente sta attraversando un periodo molto tipico della sua età: la lotta per l’identità individuale. Ironicamente, molte persone giovani lottano per raggiungere un’identità individuale unendosi ad un GRUPPO. Ciò perché il gruppo dà loro un’identità oltre all’identità che si sono portati in giro per anni dalla famiglia d’origine — che riconoscono non come la LORO identità, ma come un’identità che è stata, in un certo senso, forzata. I giovani faranno qualsiasi cosa per togliersi di dosso questa identità (anche se finiranno col cercare di ritrovarla e col sceglierla di nuovo quando arriveranno ai 30 anni!).

Unirsi ad un gruppo che sia distante, in termini di credenze, dalla famiglia d’origine del giovane, è uno dei modi più veloci per realizzare, in realtà,  due scopi: 1) creare una nuova identità; e 2) avere ancora una “famiglia”. In questo caso, il gruppo sostituisce la famiglia, e gioca lo stesso ruolo nella vita del giovane dandogli un senso di appartenenza, la sensazione di aver intorno persone solidali, e la percezione di non essere solo al mondo.

Nessuno vuole essere solo al mondo. Tuttavia i giovani vogliono “allontanarsi” dall’identità che è stata data loro (che la volessero o meno) dalla nascita. Ciò è buono e giusto, poiché ognuno deve infine trovare se stesso, e anche se ritorneranno all’identità della loro famiglia d’infanzia, lo faranno per scelta, non per caso, e ciò farà tutta la differenza.

Quindi la prima cosa che puoi fare per aiutare tua nipote in questo periodo difficile è capire esattamente cosa sta succedendo. Questo è un periodo che lei deve attraversare, per poter diventare una persona nel pieno potere di sé. Quindi, qualsiasi cosa tu faccia, consiglio a te e agli altri intorno a lei di non farla sentire “sbagliata” per quello che sta facendo o per come si sta comportando. Piuttosto, incoraggiatela. Invitala a guardare profondamente, molto profondamente, ciò che sta facendo, e perché. Invitala a porsi due domande: E’ questo ciò che io sono? E… E’ questo il massimo e il meglio che io riesco ad essere?

Poi, invitala a farsi altre due domande. Dille che sono le domande-chiave della vita. Non ci saranno mai due domande più importanti di queste. Eccole:

Dove sto andando?

Chi viene con me?

ORA… Dawn… e questo è estremamente importante… di’ a tua nipote “Amore, queste due domande che ti ho appena dato non devono MAI ESSERE FATTE NELL’ORDINE INVERSO. Devi prima fare e rispondere alla prima domanda. Se inverti l’ordine e fai per prima la seconda domanda finirai per andare dove vai nella vita per via della compagnia che hai, invece di avere la compagnia che hai per via di dove stai andando.”

Non è una questione di poco conto. Le persone che decidono per primi i compagni, prima di decidere la direzione, spesso non scelgono mai una vera direzione per se stessi, o, se lo fanno, spesso non arrivano mai a seguire la propria direzione interiore e i propri sogni perché le persone con le quali stanno viaggiando nella vita non creano lo spazio perché ciò accada.

Allora invita tua nipote a porsi queste domande, Dawn. E, ovviamente, fai tutto ciò che puoi per assisterla a livello spirituale. Mandale buone energie ogni giorno. Includila nelle tue preghiere e meditazioni. Potresti anche scriverle una breve annotazione, o inviarle un biglietto, con pensieri incoraggianti ed accoglienti… “Sei Speciale”, “Sei Straordinaria”…, ecc.

Infine, potresti trovare una fantastica idea parlare a tua nipote di Conversazioni con Dio per i GIOVANI, il libro CcD per le persone più giovani. Questo testo include domande e risposte riferite direttamente alla vita quotidiana degli adolescenti.

Ti auguro del bene, Dawn, e grazie ancora per avere scritto.

Abbracci,

Neale

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.