“Movimentità” è Santità

Una Nota da Neale…

Miei cari amici…

La scorsa settimana abbiamo discusso il Movimento come strumento per creare L’Esperienza Sacra nella propria vita. Ho detto che, in qualsiasi modo lo si impieghi, si sa che lo strumento del Movimento produce un significativo beneficio. Non solo, come può sembrare ovvio, tonificazione  fisica e modellamento, ma acutezza metafisica ed apertura. Continueremo questa settimana dicendo che quanto detto sopra è vero poiché il Movimento ha a che fare con l’agitare energia. E’ il rimestio del pentolone della zuppa primordiale. E’ una meticolosa agitazione della Roba Che E’, ridisponendola sempre delicatamente, mantenendola in movimento, in scorrimento, e lavata di fresco.

Conversazioni con Dio ci dice che tutta la Vita è Movimento — e quindi non dovrebbe sorprendere che il Movimento ci connetta più direttamente con tutta la Vita.

Nella Vita non c’è niente — niente — che non si  muova. Anche quelli che chiamiamo “oggetti inanimati” si muovono. Se non ci credete, mettete un sasso sotto un  microscopio. E quindi il Movimento è, in questo senso, sacro. E’ la caratteristica sacra e l’aspetto segreto della Vita Stessa. Quindi, se volete rimanere connessi con la Vita, Mantenete Corpo e Mente in movimento. Esercitate entrambi. Non lasciate che diventino stagnanti.

Trovate un modo per muovervi.

Regolarmente. Vigorosamente. Continuamente. Intenzionalmente. Con determinazione. Si potrebbe anche dire religiosamente. Non state fermi. Fate scorrere l’energia attraverso il corpo. Non state fermi, per nessuna ragione. Muovetevi, muovetevi, muovetevi.

Il Movimento è uno degli Strumenti dell’Esperienza Sacra più ignorato e meno utilizzato. In molti non lo vedono come uno strumento verso Dio. Eppure il Movimento è Dio… e Dio è Movimento. CcD dice che Dio è un processo. Questo processo si chiama “cambiamento”. E il cambiamento — cambiamento in qualsiasi cosa — è Movimento.

Quindi la “Deità” è “Movimentità”.

Non esiste una parola simile, ovviamente. Il Movimento è così raramente riconosciuto come un sentiero diretto verso Dio che non esiste parola per quello stato dell’essere in movimento. Ho dovuto inventarla!

Non importa come ti muovi, ma muoviti.

Riempi la tua vita di Movimentità e riempirai la tua vita di grazia, gioiosità e felicità. E se questa non è Deità, non so cosa sia!

Settimana prossima: Un’occhiata allo Strumento n° 9 nella creazione dell’Esperienza Sacra.. il Rituale.

Abbracci & Amore,

Neale

P.S.: i pensieri esposti sono tratti da The Holy Experience, un libro completo (in inglese) scritto da me, che potete scaricare gratis da www.nealedonaldwalsch.com. Cliccate semplicemente sull’icona Free Resources (risorse gratuite).

Domanda & Risposta

Come sentire la voce di Dio

Caro Neale…  Ho visto un paio di libri su come sentire la voce di Dio, e mi domando se puoi consigliarmi dei libri sull’argomento. Amore e gioia. Jasmine

Neale Risponde

Cara Jasmine… Non ho libri particolari da consigliarti, ma posso dirti come sentire la voce di Dio. Chiedi semplicemente con profonda purezza, profonda semplicità, profonda onestà,  profondo desiderio, e profonda disponibilità a sentire Dio. POI… lascia che Dio  ti “parli” in qualsiasi modo e in tutti i modi.

Non “esigere” che Dio ti parli in un dato modo, e solo in quello… ossia “una voce nella tua testa”. Può darsi che Dio ti “parli” nella forma della prossima canzone che sentirai alla radio, o del prossimo cartellone autostradale, o dell’affermazione casuale di  un amico che ti “capiterà” di incontrare per strada. Oppure, per quel che ne sai, del commento di un completo estraneo al supermercato. O di una frase di un  film o di un programma televisivo che ti salta all’occhio. O di un libro che praticamente ti cade in mano da uno scaffale. O del titolo del prossimo articolo di giornale che vedrai. O di un articolo in internet. O anche di un sogno.

Lo vedi? Quindi, prima viene la Disponibilità. Poi viene l’Apertura a ricevere il messaggio in qualsiasi modo. Poi viene l’Accettazione (e non il  rifiuto) del messaggio. E poi viene l’Applicazione di ciò che hai sentito. Cioè, lo applichi nella tua vita. Istantaneamente. Immediatamente. E vivi da quello spazio… dallo spazio della tua Nuova Comprensione.

Spero di averti aiutato Jasmine.

Con Amore,

Neale

PS: a proposito… questa stessa  risposta è una “conversazione con Dio”. Cos’altro pensi che ci sia in corso qui..?

1 commento

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.