Lasciare andare le aspettative

Una Nota da Neale…

Miei cari amici…

Abbiamo discusso lo strumento della Visualizzazione come uno dei tanti strumenti che la vita ci ha dato come sentiero verso l’Esperienza Sacra. Oggi volevo concludere questa discussione con una nota finale su questo particolare strumento metafisico.

In base alla mia esperienza  questa è una parte importante del processo — forse la più importante: lasciare andare tutte le aspettative, le richieste, le esigenze.

In altre parole, non iniziare a diventare impaziente se o quando non vedi i risultati che stai visualizzando. Dimenticati semplicemente del tuo film dopo averlo visto con gli occhi della Mente, e  continua con la tua vita. Lascia andare e  lascia a Dio.

Se la tua vita non ti si mostra mai nel modo in cui appare nel tuo “film”, fa’ che questo vada del tutto bene per te. Ricorda, l’Universo sa ciò che è per il tuo bene più elevato, e non ti porterà mai qualcosa che non lo è — indipendentemente da quanto fortemente tu lo voglia, o da quante volte lo visualizzi. Quindi fidati del processo.

Ma usa comunque il processo. Usalo per porre il fulcro della tua attenzione su particolari pezzi del puzzle sul tavolo cosmico, permettendo a te stesso di attrarre i pezzi che si incastreranno per formare l’immagine migliore per te in questo momento. Dì a Dio “Questo, Dio, o qualcosa di meglio!”

Ora, se è l’Esperienza Sacra quella che desideri, e se vuoi usare lo Strumento della visualizzazione come lo strumento che  ti possa condurre ad essa nella tua vita, permetti a te stesso di raffigurare con l’occhio della Mente, e di sentire, come sarebbe avere un’esperienza del genere.

Decidi come potrebbe “sembrarti”; decidi che effetto ti farebbe. Vedi te stesso mentre hai quell’esperienza. Sentiti raggiante nella sua meraviglia. Guarda te stesso, nel tuo “film”, mentre sorridi dolcemente, ad occhi chiusi, mentre ti muovi attraverso l’Esperienza Sacra di sapere e dimostrare Chi Sei Davvero.

Vedi te stesso muoverti nel mondo in  questo modo. Senti come sarebbe dimostrarlo. Gusta, nel tuo piccolo “film”, l’essere pieno di amore e luce, saggezza e chiarezza, consapevolezza ed altissima coscienza.

Guarda te stesso mentre ti muovi attraverso i momenti abituali o prevedibili della tua vita, col cuore traboccante di dolce gioia e profondo amore, con la  Mente piena di intuizioni e saggezza infinite, col Corpo a suo agio ed in pace, e con l’Anima che si espande dolcemente nel suo più elevato stato dell’essere. Vedi e senti te stesso sperimentare tutto questo.

E poi, non sorprenderti se un giorno, durante uno di quei momenti abituali o prevedibili, produrrai nella tua vita esattamente ciò che ti eri prefigurato. Non sorprenderti se troverai te stesso aperto all’Esperienza Sacra, e nel bel mezzo di essa.

Nel prossimo articolo parleremo di un altro strumento, il movimento. A presto.

Abbracci &  Amore,

Neale

P.S.: i pensieri esposti sono tratti da The Holy Experience, un libro completo (in inglese) scritto da me, che potete scaricare gratis da www.nealedonaldwalsch.com. Cliccate semplicemente sull’icona Free Resources (risorse gratuite).

Domanda & Risposta

Possiamo ignorare il programma dell’anima?

Caro Neale… Grazie infinite per i tuoi libri ed i tuoi corsi. Hai riempito la mia anima  con le risposte alle domande che mi stavano facendo disperare e te ne sono davvero grata.

Ora sono confusa col programma dell’anima contrapposto alla creazione personale. Hai detto che il programma dell’anima viene sempre realizzato, quindi dove interviene la creazione personale? Creiamo la nostra realtà con pensieri, parole ed azioni oppure il programma dell’anima ha sempre la  precedenza  su ciò che scegliamo di sperimentare?

Hai detto che siamo co-creatori e che possiamo creare ed avere la vita dei nostri sogni, ma poi dici che dovremmo essere contenti ed accettare il modo in cui la vita ci si presenta, ma che se non lo siamo possiamo scegliere di nuovo. Che senso avrebbe creare la nostra esperienza se il programma dell’anima non è in linea con ciò che stiamo creando? La creazione personale non avrebbe la precedenza sul programma dell’anima. Per favore aiutami. Sono molto confusa su questo argomento. Sinceramente tua, Caroline.

Neale Risponde

Mia cara amica… Hai fatto una domanda meravigliosa! E penso di avere una risposta meravigliosa. Hai chiesto: “Che senso avrebbe creare la nostra esperienza se il programma dell’anima non è in linea con ciò che stiamo creando?”. La mia risposta: “Fai tutto il possibile per esser certa che ciò che stai creando sia in linea col programma dell’anima!”.

Il mio libro L’Unica Cosa Che Conta discute proprio questo. Siamo qui su questo  pianeta per realizzare il Programma dell’Anima, ma il 98% della gente impiega il 98% del suo tempo per fare tutto TRANNE questo. E c’è una buona ragione per questo: la maggior parte della gente non sa quale SIA il Programma dell’Anima. Questo libro lo spiega in dettaglio.

Ora, per rispondere più direttamente alla tua domanda specifica, la tua Anima non “ignora” ciò che scegli di sperimentare se le tue scelte differiscono dal Programma dell’Anima… ma la tua Anima cercherà di reindirizzare gentilmente e dolcemente la tua attenzione sul Suo programma — e lo farà attraverso gli eventi della tua vita, che stai co-creando con le altre Anime.

Hai domandato: “Che senso avrebbe creare la nostra esperienza se il programma dell’anima non è in linea con ciò che stiamo creando?”, e io rigirerei la domanda e chiederei: “Che senso avrebbe creare un’esperienza che non è in linea col Programma dell’Anima?”. Che senso avrebbe? Non sarebbe forse una perdita di tempo?

Se desideri sapere di più sul punto di vista di CcD riguardo alla tua vera ragione di esistenza sulla Terra, potresti voler leggere L’Unica Cosa Che Conta. Credo che lo troverai una risorsa ricca e gratificante.

Amore e abbracci,

Neale

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.