Un processo vita-dopo-vita

Una Nota da Neale

Miei cari Amici…

Settimana scorsa in questo spazio abbiamo iniziato una discussione sulla differenza tra essere un “cercatore” dell’Esperienza Sacra ed esserne un “esploratore”. Continuando sull’argomento…

Essere un esploratore dell’esperienza completa e conoscere la realtà ultima della vita può spesso separarci dalla nostra famiglia, dai nostri amici e dai nostri simili, che si domandano perchè non abbiamo accettato la risposta che loro hanno trovato o accettato, e perchè non stiamo sperimentando quello che loro stanno sperimentando.

Possono anche ritenere che ci “sbagliamo” poichè siamo in un luogo della mente e dello spirito anziché nel luogo dove sono loro, e invece di onorarci per il coraggio della nostra esplorazione, potrebbero metterci in guardia contro di essa, o anche ridicolizzarci per averla intrapresa.

Siddhartha Gautama era un esploratore. Figlio di un ricco uomo che era stato nominato governatore di una regione in India, lasciò il palazzo del padre e si separò dalla propria moglie e dal proprio figlio, abbandonando tutte le comodità e le confortanti relazioni familiari per esplorare e groccare totalmente la Vera Natura della Vita.

Gesù di Nazareth era un esploratore. Lasciò sua madre e suo padre e si separò dalla sua famiglia e dalla sua società d’origine per poter esplorare e conoscere pienamente la Vera Natura del Suo Essere Divino.

La lista di tali esseri umani contiene molti nomi, alcuni ampiamente conosciuti come quelli nominati sopra, altri del tutto sconosciuti, ma nessuno meno dedicato alla propria esplorazione, e nessuno meno santificato.

Il tuo nome potrebbe andare su questa lista, così come il mio. Può essere la nostra scelta. Ma devi sapere questo: non è una scelta che si fa una volta sola. L’Esplorazione della propria Natura Divina non è come farsi togliere le tonsille. E’ un processo attimo-per-attimo, giorno-per-giorno, settimana-per-settimana, mese-per-mese, anno-per-anno, vita-natural-durante.

E’ anche più di questo. E’ un processo vita-dopo-vita. E’ il processo di diventare ciò che si sta esplorando, e, nell’esatto momento in cui Lo si diventa, di estendere oltre l’esplorazione.

Ecco una grande e meravigliosa verità: L’Esplorazione della Divinità non finisce mai — poiché la Divinità stessa è infinita. E’ eterna ed illimitata, e si espande nel momento in cui la Sua consapevolezza di Sé è completa.

In questo senso, la Piena Consapevolezza non è mai possibile, lo è solo la sua Illusione. E discuteremo di questa cosa chiamata “piena consapevolezza” settimana prossima.

Abbracci & Amore,

Neale

Domanda & Risposta

Come avere risposte e guida

Caro Neale… Grazie per i tuoi libri. I loro messaggi mi hanno portato grande conforto e tanta felicità! Potresti per favore descrivermi con istruzioni facili da seguire come posso raggiungere meglio quel luogo che Dio ti ha descritto come la sede dell’anima, in cui puoi tornare ogni volta per avere risposte e guida? (Sfortunatamente, non riesco ancora a padroneggiare la meditazione, quindi fatico a sentire le risposte, anche se tento davvero di ascoltare). Spero non sia una domanda stupida. Ho esaminato tutto il materiale per cercare di capire. Ti ringrazio molto per il tempo che mi dedicherai e per tutto ciò che fai per l’umanità. Joanne, Nuova Zelanda

Neale Risponde

Cara Joanne… credo che troverai meravigliose risposte alle tue domande nel prossimo libro che uscirà nella cosmologia CcD, che si intitolerà “L’Unica Cosa Che Conta” (in Italia nel 2013 – n.d.t.). Il libro contiene una favolosa sezione che descrive almeno cinque modi diversi di meditare, che potrebebro davvero esserti d’aiuto nel “padroneggiare” questa dolce pratica. Inoltre, il libro offre altri quattro meravigliosi strumenti con i quali connetterti ed esprimere la saggezza della tua Anima. Tieni d’occhio l’uscita del libro!

Con Amore,

Neale

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.