Lettere a Neale

Caro Neale… come faccio a sentire Dio in modo da poter scrivere un libro come hai fatto tu? Joan

Neale risponde

Mia cara Joan… ci sono moltissimi modi per avere la tua personale Conversazione con Dio. I messaggi di Dio non arrivano sempre sotto forma di parole che tu possa trascrivere in un libro. A volte ci arrivano come sentimenti. Altre volte come immagini o figure. E altre volte ancora come pensieri casuali o emozioni inaspettate.

I messaggi di Dio ci potrebbero arrivare sotto forma di un’affermazione casuale fatta da un amico appena incontrato per strada, o del testo della prossima canzone che sentirai, o delle parole di un cartellone pubblicitario che ti capiterà di vedere mentre guidi, o dell’apparizione improvvisa in cielo di un’aquila che si alza in volo maestosamente, o di una consapevolezza che ti arriva mentre te ne stai in doccia, o di un sentimento che ti sommerge mentre fai l’amore.

Non ti preoccupare di scrivere un libro. Non è questo lo scopo delle comunicazioni di Dio. Fai in modo che sia la tua vita il “libro” che scrivi. Vivi il copione dei tuoi giorni e delle tue notti.

Con amore,
Neale