01.1 Un inizio illuminante

Un Nuovo Mondo di Eckhart Tolle

Tratto dal capitolo 1, pagine 13 – 16

Appunti di Katia Toninelli

L’inizio di questo libro mi ha subito esaltato, Eckhart Tolle in questo libro: “un nuovo mondo” secondo me è veramente illuminante parla della nascita del primo fiore sulla terra e lo associa ad un evento diciamo non di tipo utilitaristico, ma ad un evento proprio di pura bellezza, e di come l’umanità attraverso la bellezza si possa illuminare, si possa risvegliare.

Racconta anche di un episodio dove Buddha guardando un fiore tiene un sermone silenzioso, durante il quale un monaco comincia a sorridere e si risveglia, si realizza, secondo la leggenda quel sorriso è passato poi successivamente attraverso 28 maestri fino a divenire più tardi l’origine dello Zen. Per Tolle vedere la bellezza in un fiore anche se per poco tempo risveglia l’umanità, perché questa è una parte essenziale del nostro più profondo essere della nostra vera natura il riconoscimento della bellezza secondo lui è uno degli eventi più significativi nell’evoluzione della coscienza umana i sentimenti di gioia e di amore sono connessi con questo questo riconoscimento senza che ce ne rendiamo completamente conto i fiori sono diventati un’espressione della non forma di ciò che è più alto e più sacro in definitiva di una non forma dentro di noi, dei messaggeri di un altro regno; quasi un ponte fra il mondo della forma e quello della non-forma.

Questa apertura interiore anche se piccola è appunto un’apertura verso il regno dello spirito questo è il motivo per cui i fiori, come altre forme: i cristalli o come gli uccelli, come queste forme di vita illuminata hanno avuto una parte così importante nell’evoluzione della coscienza umana. Fin dai tempi più antichi, per esempio, il gioiello nel fior di loto e un simbolo fondamentale del buddismo.

Eckart Tolle dunque si chiede se l’umanità è pronta per una trasformazione della coscienza per una fioritura interiore così radicale e profonda che in confronto il fiorire delle piante per quanto bello è solo un pallido riflesso. Si chiede se finalmente gli esseri umani possono perdere densità delle strutture condizionate alla mente e fiorire e diventare cristalli e pietre preziose trasparenti alla luce della coscienza.

∼ ♥ ∼

Vedi tutti gli appunti sul libro Un Nuovo Mondo

Se non hai già acquistato questo libro, lo puoi trovare in tutte le librerie oppure lo puoi acquistare online da Macrolibrarsi

 

 

Related Articles

Aiuto

Aiuto

Richiesta Informazioni

Nome e cognome
Nome e cognome
Primo nome
Cognome

Desideri partecipare al gruppo di studio questo lunedì in Zoom?

Gruppo di Studio Conferma
Comunico la mia partecipazione al gruppo di studio
Nome e cognome
Nome e cognome
Primo nome
Cognome

Inviaci un messaggio